Il risotto all’amarone

  torna alle news

Il risotto all’amarone

 
  
22 March 2017

Tempo di preparazione: 1 ora circa

Difficoltà: media

Ingredienti

  • 350 grammi di riso vialone nano
  • 50 grammi di porri
  • 5 bicchieri di vino Amarone della Valpolicella Docg
  • Brodo vegetale
  • Olio extra vergine di oliva
  • Formaggio grana padano o Monte Veronese Stravecchio

La preparazione del risotto all’Amarone

  1. Pulite il porro e tritatelo finemente.
  2. Mettete il porro tritato con l’olio in una pentola da risotto e appassitelo a fuoco basso.
  3. Unite i 4 bicchieri di Amarone e lasciate cuocere molto lentamente fino a quando il vino sarà evaporato per due terzi.
  4. Unite il riso e allungate il vino con il brodo vegetale fino a fine cottura.
  5. Mantecate con formaggio grana padano o Monte Veronese Stravecchio grattugiato. In alternativa il risotto all’Amarone può essere mantecato anche con molti altri formaggi di qualità, come ad esempio l’Asiago, un buon Taleggio o il Cimbro di Fossa.

 La preparazione del risotto all'Amarone
Il risotto all’Amarone risulta ottimo anche in ricette con ingredienti come la salsiccia o il radicchio.


Vini da abbinare: Amarone, ovviamente e, volendo, Valpolicella Ripasso così chiamato perché viene tenuto per un periodo nei tini delle vinacce dell’Amarone.

In questi giorni a Verona si tiene il Vinitaly 2017, ed è quindi l’occasione perfetta per degustare il risotto all’Amarone, una ricetta tipica veronese che unisce in un primo piatto i prodotti enogastronomici eccellenti della collina e della pianura scaligera: il vino prodotto nella Valpolicella e il riso di Isola della Scala.

La prima regola per ottenere un ottimo risotto è usare come ingrediente principale del buon vino Amarone. Non vanno invece bene né il vino Valpolicella (classico superiore o ripasso) né tanto meno un cabernet: di sicuro costano meno, ma il risultato è un risotto assai diverso dall’originale.


Alcuni dei migliori ristoranti hanno la buona abitudine di vendere, assieme al risotto, anche la bottiglia d’Amarone con la quale verrà preparata la ricetta. Le materie prime usate in cucina sono, oltre al prezioso vino rosso passito secco, il riso Vialone Nano Veronese, coltivato soprattutto ad Isola della Scala e nei comuni vicini, l’ olio extra vergine d’oliva al posto del burro e il porro, che va preferito alla cipolla perché ha un gusto più delicato.


Una curiosità: l’Amarone è stato scoperto per caso nel secolo scorso quando una cantina dimenticò una botte di Recioto, altro storico vino dolce veronese. Quando la botte fu aperta ne uscì un vino passito ma secco dal gusto straordinario che oggi è la passione di tanti amanti del buon bere e che ha fatto la fortuna delle valli a nord di Verona.

Nella cucina veronese viene spesso usato il vino come ingrediente nel risotto.